/Tag:settore sanitario

…E come difendersi da certe Pubblicità Ingannevoli

Buongiorno a tutti,

il post di oggi prende spunto da recenti fatti di cronaca che francamente irritano assai.  E ci permettono di tornare a parlare dei pericoli che comporta per i pazienti un utilizzo del mezzo pubblicitario applicato ai trattamenti sanitari e non alla semplice presentazione del lavoro della clinica o dello studio.  Pericoli che corrono anche gli stessi operatori. Infatti, parlare di trattamenti sanitari richiede spiegazioni esaustive dei pro e dei contro di qualunque terapia, richiede l’utilizzo di numerosi distinguo.  Il mezzo pubblicitario, invece, richiede messaggi concisi per essere efficace. E’ molto difficile, per non dire impossibile, persino se si è in buona fede, non incorrere in errore.

Un primo caso, che ha provocato anche una denuncia all’Autorità antitrust per pubblicità ingannevole e concorrenza sleale, si è verificato un paio di mesi fa ma è giunto agli onori delle cronache solo recentemente in seguito ad una denuncia presentata da un altro istituto concorrente.   L’Istituto che è stato accusato di pubblicità ingannevole e concorrenza sleale aveva diffuso su una rete nazionale uno spot televisivo con un messaggio in cui veniva fatto intendere che l’utilizzo di alcune apparecchiature ( microscopio operatorio e laser ) fosse indispensabile  e sufficiente da solo a curare una patologia multifattoriale come la parodontite.  Peccato che la letteratura scientifica dica ben altro: cito la motivazione della denuncia al solo scopo di evitare a mia volta un errore: “nello specifico tecnico, se da un lato è stato dimostrato che l’energia prodotta da un laser è capace di ridurre la carica batterica, non ha invece dimostrato nessuna utilità dell’utilizzo del microscopio operatorio, in quanto il tartaro sopra e sub gengivale è ben visibile anche ad occhio nudo. Inoltre, è poco plausibile che possa essere effettuata un ablazione del tartaro su tutti gli elementi dentari con detto microscopio, poiché è necessario cambiare posizione di lavoro numerose volte per vedere tutti le superfici dei denti e rimettere a fuoco ogni volta il microscopio…il laser agendo solo su uno dei fattori ( batteri ) e solo durante l’applicazione, non solo non previene la colonizzazione batterica delle tasche parodontali nei giorni successivi, ma non può eliminare nemmeno la predisposizione genetica né altri fattori predisponenti, per cui non è corretto, da un punto di vista nmedico e scientifico, definirla un apparecchiatura in grado di eradicare completamente la patologia”.

Dovremmo aspettare ovviamente il pronunciamento dell’Autority, ma ci vuol poco a prevedere che la denunzia ha colto nel segno. Anche perché l’intento abbastanza evidente del messaggio pubblicitario, nel caso specifico, era evidentemente quello di lasciar intendere che l’Autore possedeva delle tecniche e delle competenze esclusive che altri non posseggono. Peggio ancora, che tutti quelli che non la posseggono non possono curare efficacemente la parodontite, il che è palesemente falso, sia perché esistono altri sistemi tradizionali la cui validità scientifica è la stessa, ma soprattutto perché una cura perfetta al 100% non esiste in alcuna terapia medica. Certo il laser e il microscopio fanno scena e non c’è niente di male ad affiancarli ad altri strumenti, a patto di non farne uno strumento concorrenziale, perlomeno nella forma sovra descritta.

Perché se lo di fa, facendo leva sulla presunta superiorità dei propri trattamenti e strumenti, si dice quasi sempre il falso e si cercano guai.

[…]

By | 12 ottobre, 2013|Clinica Odontoiatrica|2 Comments

Le novita’ in termini di comunicazione di Odontoiatrica Roma Quattro

Buongiorno a tutti,

oggi annunciamo la nascita di una nuova forma di comunicazione sul nostro sito e sul nostro canale you tube.

Abbiamo già pubblicato – con un notevole apprezzamento da parte di molti internauti – un video di presentazione della clinica in cui presentiamo lo staff e il nostro modo di lavorare.  A breve ne pubblicheremo altri due, uno dedicato alla presentazione della ortodonzia invisibile e uno che contiene una video intervista al sottoscritto in cui cerchiamo di spiegare in termini semplici ma in modo più approfondito il nostro modo di fare qualità in odontoiatria.

Stiamo poi lavorando su altri due video dedicati alla protesi su impianti e altri ne metteremo in cantiere, basandoci anche sull’effettivo apprezzamento che tali video registreranno nel web e tra i nostri attuali pazienti.

Qual è il senso di queste iniziative ?

[…]

Regole di conduzione e mantenimento di uno Studio o Ambulatorio Odontoiatrico

Un saluto a tutti

Il post di oggi è dedicato alle regole previste per la corretta installazione e mantenimento di uno studio o un ambulatorio dentistico ( o clinica odontoiatrica ) e anche a quelle,  sia pur non obbligatorie,  che sono altamente consigliabili sulla base degli studi effettuati e dall’esperienza degli operatori.

Può sembrare poco importante conoscere questi temi, che appaiono a prima vista di natura squisitamente burocratica; in realtà, sono aspetti che impattano sulla salute e quindi il paziente dovrebbe saperne di più in modo da poter orientare la propria scelta verso quegli i operatori che seguono le regole, perché questo va nel suo interesse.

Anzitutto è appena il caso di informarVi che in Italia esistono due forme di autorizzazione: la prima che riguarda la stragrande maggioranza degli studi dentistici esistenti – quelli monoprofessionali e intestati a un singolo Medico dentista – e una seconda, che riguarda gli studi associati e gli ambulatori o  cliniche dentistiche (intestati a una società di capitale, tipicamente srl ).

[…]

Le “garanzie” in odontoiatria e in ambito medico

Il post di oggi prende spunto da un’accesa discussione tra il sottoscritto, il Direttore Sanitario e il resto dello staff su un tema che mi aveva incuriosito. La presenza sempre più frequente di certificati di garanzia sui trattamenti effettuati dalle strutture sanitarie organizzate in forma aziendale.

La cosa mi incuriosiva e – lo confesso candidamente – mi allettava. Con un certa ingenuità, anche basandomi sulla nostra esperienza e sulle nostre “percentuali di successo” pensavo: cosa c’è di meglio per dimostrare il valore aggiunto di un trattamento di qualità rispetto ad altri erogati da strutture low cost che certificare la garanzia del trattamento per un certo periodo di tempo successivo all’effettuazione del trattamento stesso?

[…]