FAQ – Ortodonzia

Premessa:

Le risposte che forniamo alle singole faq sono puramente indicative e non possono sostituire una diagnosi che può essere effettuata solo dopo una visita specialistica al paziente, tali e tante possono essere le variabili in gioco fra un caso e l’altro. Il nostro unico intento è quello di fornire delle informazioni di prima mano su tematiche che possono interessare e impensierire i frequentatori del nostro sito, ma non debbono e non possono essere utilizzate come strumento di improbabile auto-diagnosi senza aver prima consultato un clinico esperto. Per chi tra voi volesse decidere di venirci a trovare, è giusto informarvi che nella nostra clinica le visite sono gratuite; evidentemente non vi si chiede altro che di investire un po’ del vostro e del nostro tempo per tutelare la vostra salute.

ORTODONZIA

Quale sono i benefici di un trattamento ortodontico?
Il miglioramento della funzionalità dell’occlusione, del viso e del sorriso. Va anche ricordata la facilità con cui denti bene allineati possono essere puliti, con evidenti vantaggi nelle prevenzione di carie e par odontopatie.

1 0

Quando è il caso di sottoporsi ad un trattamento ortodontico?
Si tratta di una valutazione che non può essere effettuata dal paziente, richiede una valutazione dello specialista. In generale, tutte le volte che si hanno disallineamenti pronunciati dei denti è il caso di sottoporsi a una visita per stabilire insieme allo specialista se è il caso di intervenire.

1 0

Quanto dura un trattamento ortodontico?
La durata è variabile, dipende dal tipo di problema da trattare, in generale e da un minimo di tre quattro mesi ad un massimo di quattro anni nell’adulto. Nel bambino in crescita invece in relazione al continuo sviluppo della dentatura è frequente l’alternare dei periodi di trattamento ad altri di attesa, ad esempio può essere necessario un trattamento in due tempi, uno in dentizione decidua e l’altro in dentizione mista.

1 0

Il trattamento ortodontico è doloroso?
Si può avvertire qualche fastidio i giorni successivi all’applicazione dell’apparecchio o alla sua attivazione. A volte interviene una lieve dolenzia dentale spontanea e alla masticazione. Nel giro di pochi giorni i fastidi vanno ad attenuarsi fino a scomparire.

1 0

E’ vero che un cattivo combaciamento dei denti può causare mal di testa o altri problemi?
E’ vero che un cattivo combaciamento dei denti può causare mal di testa o altri problemi? Si è vero. Il combaciamento dei denti è strettamente connesso alla attività funzionale della muscolatura masticatoria e dell’articolazione temporo - mandibolare. Non è detto che accada sempre ma può accadere e queste disfunzioni causino mal di testa, mal di schiena e altre nevralgie. Non sempre questo tipo di problematiche possono essere risolte con l’ortodonzia. A volte può essere necessario l’intervento dello gnatologo e nei casi più gravi del chirurgo maxillo facciale.

1 0

Gli apparecchi ortodontici sono tutti uguali?
No non sono tutti uguali. Distinguiamo innanzi tutto apparecchi fissi e apparecchi mobili, all’interno di queste due macro categorie esistono poi ulteriori varianti. Ultimamente sono stati messi a disposizione dell’ortodonzista anche apparecchi invisibili. Al di là di queste categorie tecniche va sottolineato che l’apparecchio è uno strumento per raggiungere un fine, che in parte è predefinito da modelli ideali di riferimento e , in altra parte, va programmato in base alle effettive necessità ed esigenze personali del paziente. Solo dopo aver analizzato tutti dati relativi alla malocclusione da trattare, e solo dopo averli combinati alle aspettative del paziente, può essere selezionato l’apparecchio ortodontico adatto al caso.

1 0

In cosa consiste la contenzione?
La contenzione è un trattamento che si effettua alla fine del trattamento ortodontico per stabilizzare la correzione appena effettuata, avremo quindi apparecchi così detti di contenzione, normalmente diversi da quelli utilizzati per il trattamento. Va però ricordato che in alcuni tipi di apparecchio (per esempio mascherine invisibili), si può utilizzare l’ultima mascherina, in determinati casi, come contenzione.

1 0

Si possono prevenire le malocclusioni?
Alcune tipologie si possono prevenire attraverso il controllo dei fattori ambientali in grado di influire negativamente sulla crescita di mascellari e sullo sviluppo della dentatura. In generale, va tenuto presente che le abitudini viziate, nel periodo di formazione della dentatura, da quella decidua a quella permanente, interferiscono con la corretta disposizione dei denti all’interno di ciascuna arcata e con la formazione di un buon ingranaggio occlusale. Altra prevenzione è quella che può effettuare l’ortodonzista intercettando e rimuovendo i problemi che possono ostacolare il corretto sviluppo della dentatura.

1 0

L’apparecchio ortodontico può causare carie?
L’apparecchio ortodontico, in particolare quello fisso, facilita il ristagno di cibo, ma in se non causa carie. Seguendo nel corso del trattamento in maniera scrupolosa le istruzioni per l’igiene ricevute dall’ortodontista o dall’igienista dentale si possono evitare sia carie che infiammazioni gengivali.

1 0

I denti male allineati comportano sempre un danno estetico e una cattiva funzione occlusale?
Non sempre in quanto esistono anche casi in cui il disallineamento dei denti, entro certi limiti, risulta perfettamente compatibile con una buona estetica del sorriso e con una corretta funzione occlusale. Può anche capitare che detto disallineamento alteri l’estetica del sorriso senza alcuna influenza negativa sulla funzione occlusale. E capita anche che detto disallineamento determini disturbi a carico del sistema occlusale senza alterare l’estetica del sorriso. Quali di questi casi sia quello del singolo paziente lo può dire solo lo specialista con una visita accurata.

1 0

Durante il trattamento ortodontico devo evitare alcuni cibi o abitudini?
Si, vanno evitati cibi e bevande dolci perché zuccheri e amidi possono generare una placca batterica adesiva e molto acida che può causare la carie e favorire malattie parodontali. E’ buona regola nel corso del trattamento tagliare a piccoli pezzi cibi duri come le carote e le mele e non masticare cubetti di ghiaccio. Evitare, in particolare, i dolci duri e appiccicosi perché possono danneggiare i fili e staccare i brackets (componenti degli apparecchi ortodontici) e anche il caso di evitare cibi duri e croccanti, gomme da masticare o caramelle dure, perché, oltre a tutto il resto già descritto, possono staccare l’apparecchio.

1 0

Come faccio a sapere se ho bisogno di un trattamento ortodontico?
L’unico a poterlo dire con certezza è lo specialista, il paziente però può già da solo individuare alcuni segnali che rendono opportuna una visita con l’ortodontista: spazi, rotazioni, inclinazioni oppure affollamenti fra i denti. Qualche volta i segnali non sono così evidenti: il combaciamento sbagliato col consumo anormale dei denti possono causare dolore all’articolazione della mandibola e l’instabilità del morso. La cattiva chiusura può portare a mal di testa dolori cervicali alle spalle e alle orecchie e può causare vertigini.

1 0

Con quale frequenza bisogna venire ai controlli?
Le visite ortodontiche hanno normalmente una frequenza mensile.

1 0

E’ possibile montare un apparecchio ortodontico su una corona?
Si è possibile perché un dente incapsulato si muove proprio come un semplice dente naturale.

1 0

A che età si deve portare un bambino a visita ortodontica?
Considerato che alcune occlusioni scheletrico dentali si possono trattare intorno ai 5 anni di età, possiamo considerare proprio questa l’età più appropriata per la prima visita ortodontica, non è detto comunque che alla visita debba seguire il trattamento. Va però tenuto presente che quest’ultima ipotesi, oltre che a fini di prevenzione è utile anche sotto il profilo del controllo di potenziali fobie per il dentista. Se il bambino si reca dal dentista le prime volte per una semplice visita non conserverà un ricordo traumatico di questo primo approccio e quindi si recherà dal dentista con una relativa serenità.

1 0

La dentatura di un bambino può sistemarsi da sola nella crescita?
No, la situazione non si risolverà da sola se esistono problemi, anzi in questi casi è meglio intervenire prima della dentizione definitiva. Infatti nella zona dei denti anteriori lo spazio non cresce in modo notevole e anzi, nella maggior parte dei casi, dopo che spuntano i denti molari permanenti lo spazio si riduce. Sempre in chiave preventiva è sempre meglio portare il bambino dall’ortodonzista prima della dentizione definitiva.

1 0

Gli apparecchi ortodontici sono sempre antiestetici?
No esistono apparecchi invisibili e con tecniche linguali. Nel primo caso la terapia consiste nell’applicazione di mascherine invisibili, trasparenti che aderiscono perfettamente ai denti del paziente e che possono essere rimossi anche dal paziente. Nel secondo caso abbiamo sempre un apparecchio fisso ma applicato nella parte inferiore della dentatura, solo l’ortodontista può dire se questi apparecchi sono adatti al caso specifico e il paziente deve comunque sapere che sono soluzioni più costose rispetto agli apparecchi tradizionali.

1 0

Anche l’adulto può sottoporsi a un trattamento ortodontico?
E’ possibile allineare i denti a qualunque età, purchè i tessuti di sostegno dei denti siano in buone condizioni di salute.

1 0