Parodontologia

La parodontologia è una branca dell’odontoiatria che studia i tessuti del parodonto e le patologie ad esso correlate. Il parodonto è costituito dalla gengiva, dall’osso alveolare, dal cemento radicolare (che ricopre la radice del dente) e del legamento parodontale. La parodontologia quindi si occupa dell’insieme dei tessuti molli e duri che circondano il dente e che assicurano la sua stabilità nell’arcata alveolare. Si occupa anche delle malattie che interessano il parodonto e vengono chiamate genericamente malattie parodontali o piorrea e le gengiviti.

L’origine della malattia è genericamente infettiva, nel senso che non possono mai mancare alcune tipologia di batteri, ma può anche avere più concause che possono potenziare o aggravare gli effetti della malattia infettiva.  Un’altra caratteristica di questa malattia  è  che è  sito specifica: ogni dente e ogni sua zona può esserne colpito in modo differente; è per questo che è necessario effettuare una diagnosi accurata dente per dente.

Nelle forme meno gravi tale malattia può manifestarsi nella forma di gengivite ed è quasi sempre possibile, intervenendo tempestivamente, ottenere una guarigione completa. Nei casi più gravi, invece (parodontite), anche il trattamento pur eseguito comporta sempre dopo la guarigione una lesione irreversibile.

Questo significa che la cosa più intelligente da fare è sottoporsi a controlli frequenti,  cominciando fin da bambini, per verificare anzitutto se la presenza di quella patologia di batteri che causano le malattie paradontali  (treponema  denticola, porphiromonas forsythus) che sono sempre presenti nella flora batterica in bocca, non abbiano preso il sopravvento. In quest’ ultimo caso infatti è altamente probabile la predisposizione del soggetto alla malattia parodontale. Per altro è il caso di segnalare che tali batteri, se presenti in numero preponderante, emettono tre componenti volatili ( Solfuro di idrogeno, mertilmercattano e dimetil sulfamide), che combinati insieme sono all’origine di molti casi di alitosi (tipicamente il 60% dei casi dei alitosi ha origine nella bocca del paziente e non nell’apparato digerente).

Al livello preventivo sono a ns. disposizione degli strumenti che possono segnalare la presenza al di fuori del normale di tali batteri e che quindi possono fornire indicazioni utili a prevenire l’eventuale insorgenza sia dell’alitosi che della malattia parodontale. Disponiamo infatti di strumenti utili ad effettuare il così detto test di bana che può aiutare il parodontologo ad effettuare una diagnosi più accurata anche sulla origine della malattia parodontale riscontrata attraverso la visita e  quindi, in ultima analisi, ad effettuare un trattamento maggiormente mirato.

E’ importante sottolineare che la malattia parodontale, almeno nei casi più gravi, non può essere curata una volta per tutte ma tenuta sotto controllo con visite almeno trimestrali, per lo meno nella prima fase della cura. Ma, se trascurata, porta inevitabilmente alla perdita del dente, a sintomatologie dolorose, oltre che ad effetti estetici assolutamente invisi al paziente. Come spesso capita in odontoiatria, la via migliore per la salute dentale è quella di sottoporsi a frequenti controlli e agli opportuni interventi, in mancanza dei quali vi è un peggioramento irreversibile della situazione già compromessa e una maggiore spesa.

Si calcola che molti milioni di italiani soffrono di questa malattia dopo  i trent’anni di età, ma con meno frequenza tale malattia può insorgere nei bambini.

La malattia si manifesta o attraverso una recessione gengivale ( la gengiva si abbassa ed il  dente sembra essere più lungo). Oppure con la formazione di tasche parodontali ( la gengiva appare nella posizione corretta ma si stacca lungo la radice dal dente lasciando così uno spazio vuoto ).

A Roma Quattro sono presenti due paradontologi con una certa seniority  perfettamente in grado di effetture sia una diagnosi preventiva che una cura efficace di tale malattia a qualunque livello essa sia.

 

richiedi_info

Se volete maggiori informazioni sulla Parodontologia, compilate il relativo modulo:

Parodontologia – Maggiori Informazioni