//Direttore Sanitario

Ancora sul DDL Concorrenza.

Cari amici e internauti, ben ritrovati,

mi tocca tornare giocoforza sul tema già trattato pochi giorni fa, in seguito alle dichiarazioni “esplicative” dell’Andi, nella persona del suo Presidente, il Dott. Prada, e delle ulteriori iniziative intraprese dalla Sua associazione che ha richiesto l’intervento ad adiuvandum delle Associazioni dei Consumatori.

Dopo avere suscitato critiche molto forti da parte degli Organi di Stampa – e non solo dagli Uffici Marketing delle catene odontoiatriche come da loro sostenuto, con un intento sfacciatamente ed evidentemente corporativo -, tra cui Il Fatto, Il Sole 24 Ore, La Repubblica, Il Giornale e altri , adesso quelli dell’ANDI ci vengono a dire che, mentre sono disposti a discutere per “migliorare” questi provvedimenti, sono fermamente convinti che occorre fare qualcosa per tutelare i pazienti dalle degenerazioni del processo concorrenziale, con ulteriori e nuove qualificazioni. Cosa che di per sé sarebbe anche condivisibile e lo abbiamo già detto; peccato che non c’entri proprio nulla con gli emendamenti presentati e che non ci risulta siano stati modificati; e che non c’entri nulla Vi apparirà chiaro se avrete la pazienza di continuare a leggere anche se a lungo, ma la questione va chiarita e non è facile farlo in poche righe.

Quali sono gli emendamenti che ANDI ha fatto presentare per il tramite di alcuni deputati PD, PDL e Cinque stelle ? Riporto tal quale quanto apparso sul tema sul portale Odontoiatria 33:

Stando a quanto pubblicato sul sito dell’Associazione, ANDI sarebbe riuscita, attraverso il proprio Ufficio Politico ANDI, a coinvolgere una serie di parlamentari e presentare due emendamenti che potrebbero servire allo scopo.
Il primo punta a modificare l’articolo 46 introducendo l’obbligo per le società operanti nel settore odontoiatrico di avere almeno soci iscritti all’Albo degli odontoiatri che abbiano due terzi del capitale sociale e dei diritti di voto e che il direttore sanitario debba essere iscritto esclusivamente all’Albo degli odontoiatri.
Il secondo propone la creazione di un nuovo articolo, il 47-bis, che prevede disposizioni contro l’esercizio abusivo della professione. Tale norma riprenderebbe l’art.1 del cosiddetto ddl Marinello ormai da tempo fermo nella Commissione Giustizia della Camera.
“Con i nostri emendamenti – spiega sul sito ANDI il presidente Gianfranco Prada – cerchiamo di mettere un freno alla possibilità per un non iscritto all’Albo degli odontoiatri di essere nominato come direttore sanitario in un Centro odontoiatrico e proviamo ad accelerare l’approvazione dei contenuti del Ddl Marinello, inserendo parte del testo in questo Disegno di legge che sicuramente avrà un iter parlamentare più veloce di quanto non abbia il testo fermo in Commissione Giustizia della Camera da quasi due anni”.

[…]

Un approccio multidisciplinare alle esigenze di cura dei nostri pazienti

Un caro saluto a tutti,

oggi è attiva una nuova sezione del nostro sito, denominata: Approccio Multidisciplinare, che costituisce un primo risultato visibile di un lungo lavoro di selezione.

Ma partiamo dall’origine di questa iniziativa, per rendere più chiaro di cosa stiamo parlando: l’approccio multidisciplinare in medicina è da tempo ormai uscito dal ristretto ambito degli addetti ai lavori per divenire argomento di attualità. E’ ormai assodato che in molti casi l’approccio terapeutico su determinate patologie richiede, per essere efficace, l’intervento di molti specialisti. Ma oggi la questione ha raggiunto una più vasta platea: basta digitare su internet la parola chiave di cui al titolo per ottenere una selva di risultati che si riferiscono a congressi, documenti della federazione degli ordini  dei medici,  monografie dedicate,  ecc.

[…]

Le “garanzie” in odontoiatria e in ambito medico

Il post di oggi prende spunto da un’accesa discussione tra il sottoscritto, il Direttore Sanitario e il resto dello staff su un tema che mi aveva incuriosito. La presenza sempre più frequente di certificati di garanzia sui trattamenti effettuati dalle strutture sanitarie organizzate in forma aziendale.

La cosa mi incuriosiva e – lo confesso candidamente – mi allettava. Con un certa ingenuità, anche basandomi sulla nostra esperienza e sulle nostre “percentuali di successo” pensavo: cosa c’è di meglio per dimostrare il valore aggiunto di un trattamento di qualità rispetto ad altri erogati da strutture low cost che certificare la garanzia del trattamento per un certo periodo di tempo successivo all’effettuazione del trattamento stesso?

[…]

Il Nostro Staff Medico

Abbiamo investito molte energie per avvicinarci a voi, entrare nelle vostre case e condividere la nostra filosofia, i nostri valori. Un impegno ripagato dalla soddisfazione di essere riusciti nell’intento di convincere con i fatti e non solo con le parole, per quanto indispensabili  nella comunicazione e nella condivisione delle nostre esperienze di carattere clinico, ed oggi siamo qui per ringraziarvi della preferenza che avete voluto esprimerci numerosi. Seguendoci sul sito, avete appreso la dedizione e la cura con cui trattiamo le problematiche legate alla prevenzione e alle cure odontoiatriche , con un occhio sempre attento alle difficoltà economiche che sta attraversando la nazione e che hanno sensibilizzato le nostre iniziative per venirvi incontro anche dal punto di vista finanziario, senza incidere sulla qualità delle prestazioni erogate, e questo perché non siamo una low coast.

[…]